7 cose da evitare per rischio di cancro

7 cose da evitare per rischio cancro

L’insorgere di un tumore è una situazione spiacevole per chi la vive e per i propri cari. Spesso è anche imprevedibile, ma ci sono degli accorgimenti che possiamo rispettare quantomeno per prevenirne il manifestarsi.

Ne segnaliamo 7 che – ci teniamo a precisare – non costituiscono un consiglio dato da medici esperti ma che sui consigli dei medici esperti si basano. Seguire queste accortezze non è sinonimo né garanzia di una vita lunga e salutare ma, come si dice spesso, prevenire è meglio che curare.

E soprattutto, male non farà.

1) Carne
Non importa quanto ne siamo succubi o quanto ci piaccia, un consumo smisurato di carne (soprattutto rossa) può favorire l’insorgere del cancro.
La carne, specialmente quella confezionata, contiene nitrati che sono stati ricondotti allo svilupparsi del cancro. Allo stesso modo, quando la carne è cucinata ad alte temperature, ad esempio in griglia, possono essere rilasciati degli idrocarburi altrettanto dannosi per la salute.
Pertanto è meglio ridurre il consumo di carne se si vuole ridurre il rischio di cancro.

2) HPV
Il papilloma virus umano (HPV) è un virus trasmesso sessualmente che spesso non viene individuato ma che può causare il cancro. Sebbene l’HPV sia uno dei virus maggiormente diffusi per via sessuale, non è detto che chiunque lo contragga sviluppi un tumore.
Per diminuire le possibilità di cancro collegate all’HPV è quindi importante usare dei profilattici durante gli rapporti, e in caso vaccinarsi per impedire la diffusione del virus.

3) Deodoranti commerciali
Molti deodoranti e antitraspiranti commerciali contengono ingredienti come l’alluminio che possono causare il cancro. La zona ascellare è molto sensibile ed è qui che sono posizionati alcuni linfonodi.
Gli ingredienti contenuti nei più comuni deodoranti vengono assorbiti direttamente nel sistema linfoide, e col passare del tempo queste sostanze possono gettare il nostro corpo nel caos.
Considera pertanto la possibilità di usare deodoranti naturali, o di chiedere in farmacia delle alternative galeniche.

4) I cellulari
Oggi tutti possediamo un cellulare, sebbene si ritenga che questi dispositivi emanino onde e microonde radioattive. Tenere troppo spesso il cellulare vicino alla testa potrebbe risultare nella formazione di cellule tumorali.
Il consiglio è quindi quello di utilizzare lo smartphone per telefonare solo lo stretto necessario, o di investire un po’ di denaro nei dispositivi bluetooth.

5) Dolcificanti artificiali
Questi dolcificanti potranno anche avere meno calorie delle loro controparti naturali, ma rispetto a queste fanno più alla salute. Alcuni studi sui topi hanno dimostrato che un eccessivo consumo di dolcificanti artificiali potrebbe in effetti sfociare nell’insorgere di cancro.
C’è da dire che in tal senso non sono stati condotti studi di sorta sugli esseri umani, ma nel dubbio è meglio utilizzare dolcificanti naturali che rimpiangere di non averlo fatto.

6) Elettrodotti
Così come avviene per tutti quei dispositivi che trasmettono o ricevono grandi quantità di elettricità, anche gli elettrodotti sono causa di radiazioni di tipo Extreme Low Frequency; radiazioni che potenzialmente potrebbero avere un effetto negativo sulla salute umana, anche sotto forma di cancro.
Per quanto possibile, cerchiamo di comprare casa a debita distanza da grandi sistemi di elettrodotti.

7) Acqua in bottiglia
L’acqua fa bene, l’acqua in bottiglia no.
Sembra infatti che molte case produttrici realizzino contenitori che contengono Bisfenolo A, un agente chimico. Attenzione, le probabilità che il Bisfenolo sia direttamente collegato all’apparire di un tumore sono davvero basse, però utilizzare bottiglie in vetro o in acciaio inox è sicuramente un’accortezza in più che non sarebbe sbagliato assumere.