7 miti da sfatare sugli informatici

7 miti da sfatare sugli informatici

Poveri animali incompresi gli informatici. Sfruttati dai datori di lavoro, discriminati dalla gente rispetto a chi studia materie universitarie e fraintesi dal mondo intero. E’ ora di fare un po di luce sulla questione e sfatare qualche leggenda metropolitana messa in circolo. Ecco 7 miti da sfatare sugli informatici.

1) Un informatico conosce tutte le tecnologie: tutti gli informatici sanno di cosa sto parlando. C’è sempre lo zio che chiama e dice “non mi funziona il cellulare puoi aggiustarlo?” o ancora peggio “L’antifurto non funziona, puoi darci un’occhiata?” Ebbene non funziona così! Certo, hanno una certa predisposizione per l’informatica e la tecnologia, ma principalmente lavorano con i computer ed i relativi dispositivi.

2) Gli informatici non fanno sport: l’immagine comune è che l’informatico sia uno di quei ragazzini rachitici o corpulenti (senza una via di mezzo) con occhiali e felpetta che non hanno la ben che minima competenza in ambito sportivo. Ma i tempi cambiano, siamo davanti ad un informatico 2.0 che è anche in grado di correre dietro ad una palla o pedalare in giro per la città!

3) Gli informatici hanno tutti lo stesso aspetto: si pensa che gli informatici siano delle fotocopie di Salvatore Aranzulla (non me ne voglia) che girano con portatile e cuffie perennemente isolati dal mondo, intenti a lavorare a qualche progetto di distruzione di massa. La verità è che se proprio succede che un informatico si isoli dietro al computer, è per il 90% dei casi per giocare a qualcosa o semplicemente farsi i fatti suoi su facebook o altri siti/blog.


>